Guida alla sezione Report [🔑 Funzione ADMIN]

In questo articolo troverai la guida per esportare il cartellino presenze.

Marco
Scritto da MarcoUltimo aggiornamento 24 giorni fa

Nella sezione Report è possibile correggere eventuali anomalie ed esportare il cartellino presenze.

Per impostazione predefinita Docker creerà un report per ogni account amministratore.

👉 N.B.: i giustificativi che si inseriranno saranno condivisi con gli altri account amministratore che hanno diritto ad accedere al report della propria sede (admin con accesso limitato alla sede di competenza) oppure a tutta l'azienda (admin con accesso completo).

Nel caso in cui si volesse condividere il report delle presenze con tutti gli amministratori (di sede o completi), per ottenere le correzioni in tempo reale ed esportare i dati sempre aggiornati, è possibile attivare l'opzione Report condiviso nella sezione Configura.

🔗Guida: Configura le tue preferenze

Generare il Report

Per prima cosa dobbiamo selezionare la sede per la quale vogliamo generare il report e l'intervallo temporale da applicare; dopodiché cliccheremo sul tasto Genera report.

Appariranno delle card con i nomi dei dipendenti appartenenti alla sede: queste card saranno di colore verde se Docker non avrà rilevato nessuna anomalia, alternativamente, saranno rosse.

Cliccando su di un dipendente si aprirà un'altra scheda dove a sinistra troveremo un record per ogni giorno dell'intervallo temporale specificato; a destra invece, avremo il totale delle ore lavorate, il numero di anomalie e dei giustificativi e, se il dipendente ha lavorato meno ore di quelle dichiarate nel turno di appartenenza, sotto la voce "Negativo", la differenza fra il lavorato teorico e quello effettivo.

Per applicare delle modifiche su di una determinata giornata, dobbiamo selezionarne il record.

Si aprirà una scheda con una serie di informazioni e di azioni da poter compiere che ora andremo ad elencare:

  • L’elenco delle timbrature e il nome delle sedi dove queste sono state effettuate.

    Se la timbratura è abilitata "ovunque", potremmo trovarci di fronte a due situazioni:

    a. Al momento della timbratura la posizione risulta “non riconosciuta”: tramite il tasto “visualizza” Docker ci darà la possibilità di vedere la posizione da dove è stata effettuata la timbratura attraverso la mappa integrata nell’app, oppure dalla mappa di Google Maps (tasto “Google Maps”), oltre a fornire la latitudine, longitudine e l’indirizzo IP.

    b. Al momento della timbratura la posizione risulta “riconosciuta”: Docker mostrerà il nome della sede dove è avvenuta la timbratura.

  • È possibile modificare la sede dalla quale è stata effettuata una timbratura cliccando il tasto modifica e scegliendo dal menu a discesa fra le sedi disponibili.

  • Area Giustificativi:

    👉 Se nella giornata è presente un giustificativo, questo verrà mostrato e sarà gestibile direttamente dalla card; alternativamente, avremo la possibilità di aggiungerne uno fra quelli inseribili dagli amministratori.

    👉 In fase di esportazione del report, se in una giornata è presente un giustificativo di tipo Data e il dipendente è associato ad un turno, verranno riportate insieme al codice giustificativo, anche le ore teoriche del turno impostato. Se il dipendente non è associato ad un turno, verrà riportato solo il codice giustificativo.

  • Area Giustificativi “Rimuovi”:

    👉 Se il giustificativo copre una singola giornata, verrà rimosso; quest’azione ha valenza anche per i Report degli altri amministratori;

    👉 Se il giustificativo copre un arco temporale maggiore ad un giorno, questo rimuove la singola giornata e la richiesta non verrà cancellata; la modifica verrà riportata nel Report corrente e, nel caso in cui l'opzione Report condiviso sia disattivata, non sarà visibile nel Report degli altri amministratori.

  • Area Giustificativi “Rimuovi Serie”:

    👉 Se il giustificativo copre un arco temporale maggiore ad un giorno, rimuove tutte le giornate. Quest’azione cancella la richiesta ed ha valenza anche per i Report degli altri amministratori.

  • Ore lavorate: indica le ore lavorate nella giornata; conteggia anche i minuti.

    Questo campo può essere modificato manualmente.

  • Ore straordinarie: se il dipendente è associato ad un turno, verrà conteggiato come “Straordinario” tutto il tempo oltre l'orario di lavoro dichiarato nel turno (escludendo il margine di timbratura). Questo campo può essere modificato manualmente.

  • Salva: convalida le modifiche effettuate nella scheda.

  • Lavorato [N] Ore: imposta le ore dichiarate nel turno come ore lavorate.

  • Azzera ore lavorate: imposta le ore lavorate a zero e incrementa il monte ore negative con le ore dichiarate nel turno; se non volessimo aumentare il monte ore negative, bisognerà impostare manualmente le ore lavorate a zero e poi cliccare il tasto “Salva”.

  • Azzera ore giustif.: imposta le ore del giustificativo a zero, nel caso in cui questo sia di tipologia "Data".

👉 Nel caso in cui fosse presente un’anomalia e venisse corretta, il record assumerebbe il colore del giustificativo, se presente, oppure verde (se giustificativo assente).

👉 Con i tasti + e - presenti di fianco a "ore lavorate" e "ore straordinarie" è possibile, al primo click, arrotondare per eccesso o difetto l'orario a xx:00 o xx:30; con il secondo click, incrementare o decrementare il tempo di 30 minuti.

✅ Una volta terminato, è possibile esportare il cartellino presenze in "Excel", "Zucchetti Paghe Web" (visibile se l'estensione è attiva) o "Ranocchi GIS Paghe" (visibile se l'estensione è attiva) a seconda del formato richiesto dal proprio consulente del lavoro.

👉 N.B.: Per generare un nuovo report, chiudere prima la scheda del dipendente.

👉 N.B.: Nella scheda del dipendente sarà possibile visualizzare le timbrature e le correzioni relative agli ultimi due mesi di lavoro (è possibile disabilitare questa sezione ai dipendenti dal menu Configura): in questa sezione saranno riportate esclusivamente le correzioni effettuate nel primo report generato, relativo a quelle giornate, insieme alle timbrature effettuate dal dipendente in oggetto.

Questo articolo ha risposto alla tua domanda?